ita deu eng rus ico Facebook ico Google+ ico Twitter ico You Tube ico Flickr  
Biathlon
19.-22.01.2017
ANTERSELVA
 
Biathlon
19.-22.01.2017
ANTERSELVA

E fu così che Anterselva divenne la roccaforte del Biathlon...

La storia del Biathlon ad Anterselva getta le radici nei primi anni Settanta, grazie al contributo determinante di un suo paesano: Paul Zingerle.

Storia di Anterselva: Paul Zingerle

Figlio minore di una numerosa famiglia, Paul Zingerle nacque nel 1945 al maso Siebenter ad Anterselva di Sotto. La madre insegnava alle scuole elementari della frazione, mentre il padre amministrava il grande maso della famiglia Kuchlmairhof, ricoprendo per lungo tempo anche la carica di sindaco del suo comune natìo. Dopo la maturità Paul Zingerle accettò una cattedra da insegnante alle scuole medie di Rio di Pusteria.

All'inizio degli anni Settanta, il giovane Paul iniziò a costruire, insieme a uno dei fratelli, l'Hotel "Wildgall"  e un villaggio vacanze con otto bungalow ad Anterselva di Sopra.

Fu sempre in quegli anni che ebbe l'occasione di "scoprire" lo sport del Biathlon, quando venne a sapere che la nazionale italiana di allora si stava allenando nei pressi di Vipiteno. Paul (per natura aperto ad ogni genere di novità) riconobbe subito il potenziale nascosto in questo sport che insolitamente abbinava sci ed armi. Riuscì non solo convincere l'allenatore Mismetti Battista a visitare la Valle di Anterselva, ma anche ad aprirgli gli occhi sui vantaggi della sua valle.  Già nel 1971 si svolse, sotto la direzione organizzativa di Paul Zingerle, la prima gara internazionale di Biathlon nella Valle di Anterselva. Quella volta si disputò esclusivamente la 20 km, mentre a partire dalle stagioni 1973 e 74 si aggiunse la gara sprint su un percorso di 10 km. 

Nel 1975 la Valle di Anterselva si aggiudicò per la prima volta l'organizzazione del Campionato Mondiale di Biathlon che si disputò tra gli applausi di tutti gli esperti del settore, sebbene all'epoca il Biathlon fosse ancora uno sport marginale e poco seguito. Zingerle, dall'eccellente fiuto per gli affari, grande energia e intraprendenza, si dedicò all'Associazione Turistica e al Consiglio comunale, diventò presidente dell'Associazione Sportiva Valle di Anterselva, fondata nel 1968, e adempì inoltre a una serie di funzioni e cariche pubbliche. A metà degli anni Settanta Paul Zingerle, grazie al suo spiccato senso pragmatico, organizzò la Coppa del Mondo di Biathlon, gomito a gomito con Kurt Hinze, all'epoca allenatore della nazionale di Biathlon della DDR. I due amici misero a punto un regolamento, acquistarono una coppa pesante 25 kg, la posizionarono nell'unica vetrina di Anterselva, e cioè presso il panificio Seeber, e in occasione dell'annuale "Settimana internazionale del Biathlon" le conferirono ufficiosamente il titolo di Coppa del Mondo. L'anno seguente la coppa venne integrata nel programma sportivo e consegnata ufficialmente alla squadra vincitrice.

Con l'introduzione delle carabine di piccolo calibro ad uso sportivo nella stagione invernale 1977/78, ebbe inizio l'inarrestabile ascesa del Biathlon che, da sport marginale divenne una delle più emozionanti discipline sportive combinate e, come si constatò in seguito, estremamente adatta alla trasmissione televisiva. In occasione dei Campionati Mondali del 1983 che si svolsero ad Anterselva, Paul Zingerle conseguì, insieme alla sua instancabile squadra, un grande risultato: nello stadio naturale del Biathlon ad Anterselva di Sopra eressero un edificio che, da questo momento in poi rappresentò la struttura portante per lo Sport e il Turismo della regione.

All'inizio degli anni Ottanta iniziarono per Paul le difficoltà economiche che lo costrinsero a vendere l'Hotel e i beni immobili. Nel novembre del 1984 cedette la carica di presidente del Comitato di Biathlon Anterselva a Franz Rieder che si occupò della preparazione e dello svolgimento delle manifestazioni sportive fino al 1997. Qualche tempo dopo Paul diventò responsabile del Comitato esecutivo dell'IBU, al fine di promuovere lo sviluppo di questa disciplina sportiva e si trovava proprio a Mosca circondato da atleti appassionati quando, nell'estate del 1993, fu colto da infarto e morì. Dopo interminabili adempimenti burocratici Paul Zingerle fu seppellito nel cimitero di Anterselva di Sotto.  

Se oggi il nome di Anterselva viene associato a località quali Ruhpolding (Germania), Oberhof (Germania), Lahti (Finlandia) e Lillehammer (Norvegia), se oggi non esiste una vallata in tutto l'arco alpino che le possa competere grazie a questo affascinante sport che unisce armi e sci, se oggi i giovani di Anterselva sono diventati gli idoli della gioventù sportiva e hanno portato il nome della loro valle nel mondo, se oggi nella Valle di Anterselva esiste un Centro Sportivo di caratura mondiale, è tutto merito di un nostro concittadino lungimirante che con grande energia e impegno personale ha inseguito un sogno, divenuto realtà.   

  

In evidenza

Il comitato organizzatore di Anterselva in visita a Roma
02.12.2016
| leggi di più ».
Parte la stagione del biathlon
25.11.2016
| leggi di più ».
Presentato alla Skipass il logo dei Mondiali di biathlon 2020 di Anterselva
31.10.2016
| leggi di più ».
Gli azzurri del biathlon fino a domenica ad Anterselva
20.10.2016
| leggi di più ».
Le fondiste azzure si allenano ad Anterselva
14.09.2016
| leggi di più ».

Sponsors & Partners


Biathlon Weltcup Komitee | Comitato Coppa del Mondo di Biathlon
Südtirol Arena, Obertalerstrasse, 33 | Arena Alto Adige, Via Anterselva di Sopra, 33
I-39030 Rasun-Anterselva | info@biathlon-antholz.it
Tel. +39 0474 492 390 | Fax +39 0474 492 300
Part. IVA IT00910680214 | Codice fisc. 810 130 00 211

Copyright © 2015
Tutti i diritti su testi, immagini e filmati contenuti in questo sito sono riservati, ne è consentita la riproduzione previa autorizzazione rilasciata da Comitato Org. Biathlon Anterselva.

Powered by Juniper XS