Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
Individuale femminile

Individuale femminile

Il Classico

Con i suoi 15 km di lunghezza le biatlete hanno tempo a sufficienza per rimontare e superare le loro avversarie. Ma attenzione: un bersaglio sbagliato equivale un minuto di penalizzazione.

L'individuale ha la più lunga tradizione come specialità del biathlon e anche se al giorno d‘oggi ci sono altri format in cui i biathleti gareggiano individualmente, il nome è rimasto. Soprattutto i biathleti meno esperti hanno grande rispetto per questa disciplina perché ogni errore al poligono viene penalizzato con un minuto da aggiungere al tempo di gara – questo non è poco. Gli errori al tiro costano quindi più del doppio del tempo rispetto ad altre competizioni, dove gli atleti percorrono un giro di penalità di 150m - poichè un buon biathleta può farlo in circa 25 secondi. Quindi è essenziale evitare errori con il fucile. Chi manterrà i nervi al poligono?
 
INFORMAZIONI SULLE GARE
Individuale femminile
SCOPRIAMO L'INDIVIDUALE
La gara individuale è la disciplina più antica tra le competizioni di biathlon. Gli atleti partono singolarmente a intervalli di 30 secondi. Gli uomini corrono sulla distanza di 20 km, le donne 15 km. Le prove di tiro sono quattro, due per ciascuna posizione però alternando l'ordine (sempre però nell'ordine di a terra-in piedi-a terra-in piedi). Per ogni errore al tiro viene sommato al tempo finale una penalità di un minuto. Il vincitore è l'atleta che ha il tempo più veloce al traguardo (inclusi i minuti di penalità).
Leggi di piùLeggi di meno
Panoramica